Lavorazioni

Rischi

Presentazione

Il Piano Nazionale di Prevenzione in Edilizia promosso dalle Regioni e Province Autonome a partire dallaprile 2009 intende affrontare la problematica della salute e della sicurezza nelle Costruzioni attraverso un programma di interventi articolato e complesso; sul Piano si verificata gradualmente la convergenza di varie Istituzioni nonch linteresse delle Parti Sociali.

Il disegno complessivo del Piano si articola su tutto il territorio nazionale al fine di porre in essere azioni di contrasto in un settore riconosciuto come la principale priorit di rischio lavorativo del Paese, per frequenza e gravit degli infortuni.

Si tratta di un complesso di iniziative e di attivit mirate alla prevenzione, non limitate quindi alle sole logiche del controllo e della vigilanza ma improntate al miglioramento complessivo delle condizioni di sicurezza e di salute dei lavoratori edili, anche tramite il ruolo di sostegno delle Istituzioni in termini di informazione, di assistenza, di formazione.

Questi i punti nei quali si articola il Piano Nazionale:

  • vigilanza sullosservanza delle norme di igiene e sicurezza sul lavoro a cura delle ASL, secondo programmi annuali mirati allindividuazione dei cantieri a rischio maggiore di infortunio, in collaborazione con Direzioni Provinciali del Lavoro, INAIL e INPS per affrontare non solo i problemi di sicurezza ma anche di legalit nei rapporti di lavoro;
  • formazione dei soggetti attivi , mettendo a disposizione indicazioni e materiali utili delle Istituzioni e delle Parti Sociali, monitorando le principali iniziative gi in corso e costruendo un repertorio nazionale delle iniziative;
  • assistenza, in particolare nei confronti delle imprese di minori dimensioni, anche attraverso la diffusione delle iniziative ed esperienze significative;
  • costruzione di un archivio delle soluzioni per la sicurezza condivise, che potr costituire la base per il perseguimento di un linguaggio tecnico comune tra imprese, professionisti e Istituzioni, anche a sostegno delle iniziative di formazione e assistenza;
  • informazione diffusa e capillare.

In questo quadro si inserisce anche la Campagna di Informazione sul valore sociale della salute e sicurezza nello specifico settore, Campagna che vede congiuntamente impegnati e coinvolti il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministero della Salute, lINAIL, le Regioni e Province Autonome, con la collaborazione delle Parti Sociali.

La Campagna nazionale di informazione, che si articoler in ogni territorio regionale, sostanzialmente mirata a sostenere il Piano, a polarizzarvi una diffusa attenzione e a realizzare la pi ampia acquisizione di conoscenze finalizzate ad incidere sui comportamenti di tutti i soggetti coinvolti, diffondendo a tutti i livelli la cultura della sicurezza e della regolarit sul lavoro.

Il portale www.prevenzionecantieri.it , ora avviato e in aggiornamento continuo, si pone come punto di raccolta e diffusione delle informazioni e dei materiali utili a risolvere correttamente i problemi di sicurezza e salute nel lavoro di cantiere. Con il contributo delle Istituzioni e delle Parti Sociali che lo sostengono, ma anche grazie ai suggerimenti di tutti gli interessati, sar possibile migliorarlo nella forma e nei contenuti fino a farlo a diventare un importante riferimento per la prevenzione del settore.

02 novembre 2010