Lavorazioni

Rischi

soluzioniApprofondisci ricerca


Realizzazione solai

Visualizzazione di 1-10 risultati su un totale di 12

Pagina:  1 2 Successiva »


Prodotti informativi: Misure di prevenzione e protezione per la manutenzione dei sistemi di sicurezza e delle opere provvisionali realizzate sui manufatti a seguito di eventi calamitosi
ll sisma del 6 aprile 2009, ha prodotto lesigenza per gli enti locali e le strutture commissariali di predisporre le opere di messa in sicurezza per gli edifici, sia pubblici che privati, insistenti sulla viabilit pubblica o su siti nevralgici, dentro e fuori dai centri storici. Nelle opere, realizzate nella primissima emergenza e dalle imprese edili successivamente, sono state utilizzate lavorazioni con caratteristiche strutturali di diversa natura, ma sempre con tipologie atte a garantire unefficace soluzione per la sicurezza e lincolumit. Il manuale raccoglie le esperienze tecniche sperimentate nel corso della gigantesca opera di puntellamento del centro storico de L'Aquila e della sua messa in sicurezza dopo il terremoto.

Anno:
2012
Autore:
ANCE GIOVANI L'AQUILA, ANCE L'AQUILA, CPT L'AQUILA
Lingua:
ITA
Destinatari
Datori di lavoro, Esperti, Giovani e studenti, Lavoratori


Prodotti informativi: Guida pratica allantinfortunistica nei cantieri edili
La guida si pone come obiettivo quello di fornire indicazioni pratiche per losservanza delle norme di igiene e sicurezza del lavoro riferibili a un cantiere tradizionale e tratta in dettaglio di: Viabilit, Luoghi di lavoro, Scavi e fondazioni, Protezione dei posti di lavoro, Passerelle, Andatoie, Scale, Ponteggi, ponti su ruote a torre, impalcati e parapetti dei castelli, Macchine da cantiere, Apparecchi di sollevamento, Impianti elettrici in genere, Lavori di demolizione, Lavori speciali, Opere speciali Prefabbricati, Schemi di montaggio coperture prefabbricate in cemento, Dispositivi di protezione individuali: DPI, Sistemi di arresto caduta, Prescrizioni per i segnali gestuali - Gesti convenzionali da utilizzare, Igiene del lavoro, Sorveglianza sanitaria in edilizia, Alcol e lavoro, Sostanze psicotrope e stupefacenti, Pronto soccorso, Prevenzione incendi, Proposta di un piano unico di lavoro per la rimozione di materiali contenenti amianto in matrice compatta, Notifica Preliminare.

Anno:
2011
Autore:
Regione Emilia Romagna - AUSL Reggio Emilia
Destinatari
Datori di lavoro, Esperti, Giovani e studenti, Lavoratori


Prodotti informativi: SOLAIO SICURO. Analisi del rischio di caduta verso l'interno durante la realizzazione dei solai in laterocemento.
La pubblicazione verte sull'analisi del rischio di caduta dall'alto verso l'interno durante la realizzazione dei solai in laterocemento. Sono prese in considerazione le possibili misure di prevenzione (montaggio dal basso), protezione collettive (uso di reti e banchinaggi completi) e anche dei DPI anticaduta. All'interno del volume sono presenti delle schede che descrivono le procedure utilizzate per la realizzazione dei solai, nonch le misure di prevenzione collettive e individuali contro le cadute messe in atto. Contiene anche un'analisi dei costi della sicurezza.

Anno:
2010
Editore:
INAIL, Regione Marche, CPT delle provincie marchigiane e EDILART Marche
Lingua:
ITA
Destinatari
Datori di lavoro, Esperti


Prodotti informativi: Cadute dall'alto nei lavori in quota
Libretto a supporto formativo redatto ai sensi del D.Lgs. 81/2008. L'opuscolo tratta dello svolgimento dei lavori in quota e delle modalit per prevenire gli infortuni per caduta dall'alto nella consapevolezza che la prevenzione e la riduzione dei rischi non pu passare solo attraverso le conoscenze delle norme e delle tecniche, ma deve riguardare soprattutto la capacit del lavoratore di saper gestire tutti i sistemi di prevenzione e protezione con competenza e professionalit coltivando e cercando di diffondere la cultura della sicurezza.

Anno:
2010
Autore:
EBAT- INAIL Direzione reg. di Trento - Organismo sicurezza artigianato
Lingua:
ITA
Destinatari
Datori di lavoro, Esperti, Lavoratori


Prodotti informativi: Operazioni di montaggio solai
Il documento vuole fornire un contributo a progettisti, coordinatori per la sicurezza, datori di lavoro, che sia di supporto ai processi di gestione del rischio nelle diverse fasi della progettazione ed esecuzione del montaggio solai. Le evidenze suggeriscono che le decisioni in materia di SSL intraprese al momento della progettazione assumono un impatto rilevante sulla conduzione dell'esecuzione.

Anno:
2009
Editore:
Coordinamento delle attivita' di prevenzione in edilizia della Provincia di Venezia
Lingua:
ITA
Destinatari
Datori di lavoro, Esperti


Prodotti informativi: Grandi Opere
"La pubblicazione dedicato ai grandi cantieri che sono stati in attivit a Roma e nei quali la tecnologia pi avanzata delle attrezzature di lavoro e le maggiori risorse impegnate nello studio delle procedure di sicurezza hanno permesso di applicare a pieno la prevenzione infortuni. Hanno inoltre suggerito di estendere i sistemi di gestione, che il testo unico ha introdotto per le imprese, anche agli altri soggetti della sicurezza (committenti,responsabili dei lavori, coordinatori, direttori dei lavori)." Argomenti trattati:Il controllo dellingresso, la viabilit, la segnaletica. Lottimizzazione delluso dei mezzi di sollevamento, le gru, i carichi sospesi. Le attrezzature per i lavori in quota. La lavorazione del ferro,i percorsi delle autobetoniere e la manovra dellautopompa (braccio - tubo), la casseforme orizzontali, piano operativo per la realizzazione della carpenteria modulare,le casseforme verticali. La gestione delle interferenze, circolazione dei mezzi e dei pedoni in cantiere, lavorazioni contemporanee. La gestione dell emergenza - Recupero dellinfortunato Il sistema di gestione delle attivit di coordinamento, il datore di lavoro dellimpresa affidataria, esempio di organigramma di distribuzione degli appalti in un cantiere. Il miglioramento delle condizioni di lavoro nei servizi logistici

Anno:
2009
Autore:
CTP di Roma e provincia
Lingua:
ITA
Destinatari
Datori di lavoro, Esperti


Prodotti informativi: Sicuro non cado
La pubblicazione, in cinque lingue diverse, raggruppa in otto punti essenziali quello che datori di lavoro da una parte e lavoratori dall'altra devono tenere ben presente per prevenire le cadute dall'alto.

Anno:
2009
Autore:
Regione Toscana
Destinatari
Datori di lavoro, Lavoratori


Prodotti informativi: Linea guida per la scelta, luso e la manutenzione dei sistemi collettivi di protezione dei bordi. Parapetti provvisori - Reti di protezione - Sistemi combinati.
Questo documento ha lo scopo di fornire innanzitutto al datore di lavoro di una impresa operante nel settore dei cantieri temporanei o mobili, ma ovviamente a tutti gli operatori della prevenzione, una metodologia per lindividuazione e luso dei sistemi collettivi di protezione dei bordi durante lesecuzione dei lavori in quota. Questi sistemi sono costituiti da: parapetti provvisori, reti di sicurezza o da sistemi combinati (parapetti provvisori e reti di sicurezza integrati fra loro). La linea guida si propone altres di fornire un criterio da adottare per la valutazione dei rischi ove previsto limpiego di detti sistemi collettivi. N.B. I riferimenti normativi citati nel testo non sono aggiornati rispetto al D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

Anno:
2008
Editore:
ISPESL
Lingua:
ITA
Destinatari
Datori di lavoro, Esperti


Prodotti informativi: Posa solai (predalles)
Documento (ante DLgs 81/2008) .Si fa riferimento, in particolare, a solai realizzati con lastre prefabbricate (predalles) e si analizzano gli aspetti in materia di prevenzione e sicurezza delle fasi di progettazione, approvvigionamento, stoccaggio e posa in opera.

Anno:
2006
Autore:
tesi di laurea
Lingua:
ITA
Destinatari
Datori di lavoro, Esperti, Giovani e studenti, Lavoratori


Prodotti informativi: Guida illustrata alla sicurezza nei cantieri
La pubblicazione, realizzata proprio per i rischi presenti nel comparto produttivo delle costruzioni, si propone come un utile strumento di informazione per i lavoratori stranieri e quanti devono integrarsi in un modello normativo e culturale spesso ben diverso da quello dei paesi di origine. La comprensione del messaggio facilitata dalla chiarezza del disegno e dalla didascalia nelle lingue pi diffuse tra la manodopera extracomunitaria .

Anno:
2006
Autore:
Assessorato alle politiche per la salute P.A. Trento
Lingua:
italiano albanese francese inglese croato rumento arabo
Destinatari
Lavoratori, Stranieri

Pagina:  1 2 Successiva »